EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Promozione: ASOLA - REAL DOR SANT'EUFEMIA 2 a 1

Campionato Pomozione 2016-17 – Girone D - 25. GiornataASL DOR 72

ASL DOR 72
               
Asola, 19 marzo 2017              
ASOLA-REAL DOR 2-1 (0-1)            
Reti: 19’ Machina,
 60’ Galeazzi, 94’ Sorrentino.         
ASOLA: Marcolini, Bertoni, Zeni (85’ Cappellini), Asamoah, Piccinelli, Maraldo, Leali (75’ Franco), Ruta, Eduam, Manzoni, Galeazzi (62’ Sorrentino).     
A disp.: Tononi, Bindoni, Galli, Chiarini.                
All.: Michele Gussago.                             
REAL DOR: Tosi, Caldera, Bongioni S., Ravelli, Chiari, Pasotti, Racioppa (67’ Colella), Gelmini, Berardi (58’ Pezzetta), Forgione (5’ Bojanic), Machina.      
A disp.: Baroni, Rozzini, Bongioni A., Sadiri.      
All.: Oliviero Barcellandi.                   
Arbitro: Harley De Martino di Napoli   
Ammoniti: Caldera, Racioppa, Gelmini (Real Dor), Ruta, Zeni (Asola).                  ASOLA – Sorrentino con una prodezza al quarto minuto di recupero regala all’Asola la vittoria che la porta virtualmente in salvo.     
I biancorssi, messi in campo col consueto 4-3-3, si trovano ad affrontare una pericolante disposta a vendere cara la pelle. Nel primo tempo il ritmo è altissimo, ma il gioco di conseguenza è poco ordinato. Al 5’ Manzoni, dopo un bel triangolo con Galeazzi e Zeni, riceve in area ma manda di poco alto la prima occasione per i padroni di casa. Al 19’ gli ospiti passano in vantaggio: Bojanic svetta su Maraldo e appoggia indietro a Machina che dal limite calcia svirgolando la sfera di controbalzo mandandola con una parabola imprendibile per Marcolini a spiovere sotto l’incrocio dei pali. Replicano i biancorossi con Piccinelli al 25’ che con una gran botta in diagonale dalla fascia destra sfiora la rete sul secondo palo.         
Grande occasione per pareggiare al 39’ quando Asamoah con uno splendido lancio serve Galeazzi in area, ma questi invece di servire Manzoni pronto a battere a porta vuota, tira sul portiere in uscita tempestiva.   Al 41’ ancora Manzoni sfiora la rete su cross di Eduam. 
Nella ripresa al 51’ punizione dalla trequarti di Manzoni e Maraldo stacca in mezzo all’area tirando alto sulla traversa. Poi, un minuto dopo, su lancio di Asamoah è Galeazzi a non tirare da posizione favorevole. Quindi al 56’ Ruta s’incunea in area, ma calcia sul fondo.        
Al 60’ la Real Dor però capitola: Ruta scodella in mezzo all’area, Caldera di testa respinge corto e Galeazzi prima controlla in mezzo all’area e poi scaraventa la sfera alle spalle di Tosi. L’Asola ci crede e prova a fare sua l’intera posta, mentre la Real Dor cerca soprattutto di controllare pungendo coi lunghi lanci in contropiede.
Al 62’ la svolta del match: mister Gussago fa uscire Galeazzi mettendo in campo Sorrentino, il capocannoniere dell’Asola, ed un minuto dopo Eduam serve il neoentrato che da limite sfiora il palo con un tiro radente. Al 69’ torna pericolosa la Real Dor su calcio d’angolo: Pasotti incorna prepotentemente schiacciando la sfera che rimbalza sopra la traversa. Sospiro di sollievo sugli spalti. Al 72’ Ruta, lanciato in area, con un tocco sotto la sfera anticipa Tosi in uscita che gli frana addosso; sarebbe rigore, ma il pur bravo arbitro ammonisce il diffidato Ruta mentre il portiere resta a terra ed il gioco viene sospeso per quattro minuti.
Si arriva così al convulso finale. All’88’ Ruta da centrocampo serve filtrante per il taglio di Sorrentino che si presenta solo in area, ma invece di calciare, appoggia in mezzo per Eduam, che viene anticipato da un difensore. Al 93’ Sorrentino ancora lanciato viene steso vicino al vertice sinistro dell’area: calcia la punizione mandando la sfera tesa nell’angolino, ma Tosi si supera e devia in fallo laterale.          
Si arriva così al 94’ quando Asamoah da centrocampo manda un lungo lancio a spiovere in area, un difensore di testa respinge e Sorrentino dalla lunetta al volo calcia un tracciante che s’insacca alle spalle di Tosi. Eurogoal e Schiantarelli in delirio.          
Gli ultimi due minuti sono per l’apoteosi asolana e alla fine i ragazzi biancorossi corrono ad esultare tutti assieme sotto la tribuna. Oggi l’Asola (8 punti di vantaggio sulla penultima) è virtualmente salva.