EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 12ª GIORNATA

Juniores2

Juniores2

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 12ª GIORNATA

Castiglione delle Stiviere, 24 novembre 2018

 F.C. CASTIGLIONE - A.C. ASOLA 1-1 (1-0)

F.C. CASTIGLIONE: Mansouri (71’ Gandini), Ezzeroili, Boselli (84’ Caprara), Hilmi (84’ Laudisio G.), Faccini, Mehic, Favalli (89’ Mendy), Drider (67’ Geroldi), Cavicchioli, Carannante, Laudisio V.;

A disp.: nessuno 

Allenatore: Roberto Anelli

A.C. ASOLA: Accini, Negrisoli, Ghisleri, Piccinelli, Gandinelli (88’ Pedrazzani), Bagnoli (61’ Pietta), Konate, Cristoni, El Abd, Bergamini (58’ Petrillo), Vairo (79’ Merlo);

A disp.: Fiorini, Rongoni; 

Allenatore: Egidio Fara

Arbitro: Giovanni Cosenza (MN)

Marcatori: 42’ Laudisio V., 51’ Bagnoli (r) 

Ammoniti: Boselli, Vairo, Piccinelli;

Espulsi: Anelli (tecnico Castiglione)

Magari non sarà una di quelle notizie imprevedibili, ma apro questo commento sottolineando, come di consueto da tempo, l’indisponibilità di gran parte della rosa juniores che era stata costruita quest’estate: questa volta con gli indisponibili avremmo potuto presentare un’altra squadra, assolutamente alternativa a quella scesa in campo, con ben due portieri di riserva, mentre a noi il caso non concedeva neppure il secondo.

Siamo di fronte al settimo pareggio consecutivo, nelle statistiche della società non trovo serie simili ma, in queste condizioni, ben venga.

Questa settimana la gestione dell’emergenza indisponibili ha fruttato il pareggio a prima squadra, juniores e allievi: squadre, tecnici e dirigenti sulla stessa barca.

Vietato pensare di potersi mettere al riparo dall’epidemia, blindando i propri giocatori.

Per la cronaca della gara, pochi episodi da raccontare, il pareggio sta stretto all’Asola, per quel che ha mostrato sul campo, ma per vincere bisogna segnare delle reti e non è sufficiente l’aver realizzato un giusto rigore fischiato dall’arbitro nel secondo tempo.

Poche le occasioni, ma l’impegno non è mancato da parte dei biancorossi, pur se in svantaggio nel finale del primo tempo per la rete siglata da Vincenzo Laudisio, che gira bene di destro a fil di palo, dove non può arrivare Accini.

La sveglia da parte di mister Fara nello spogliatoio è di quelle sonore e dà i suoi frutti: l’Asola riparte nella ripresa premendo i padroni di casa e inducendoli all’errore, quando un passaggio all’interno dell’area viene deviato con il braccio da un difensore.

Quello che ci voleva in quel momento.

Fatto dalla panchina un rapido appello mentale dei rigoristi e risultati tutti assenti giustificati, il tiro viene assegnato a Bagnoli, che dimostra freddezza e non manca il pareggio.

La partita si fa sempre più spigolosa, il gioco frammentato, e sono tanti i richiami dell’arbitro, anche alla panchina casalinga, fino all’allontanamento per proteste del tecnico Anelli.

Alla fine guadagniamo un punto sulla Castellana e manteniamo il vantaggio di 5 punti sulla zona play out.

Intanto sogniamo di vedere i nostri giocatori in campo, per riprendere la corsa a un ritmo più sostenuto.

Sabato prossimo largo ai giovani (ancora di più) e non è escluso di vedere schierato anche un 2003: gli infortuni della prima squadra ad Asola fanno crescere in fretta, chissà che la cosa non giochi a nostro favore?