EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Campionato Juniores Regionale B 2017/18 – 28 giornata: A.C. ASOLA – A.C. GONZAGA

Asola Juniores 2

Asola, 14 aprile 2018

A.C. ASOLA – A.C. GONZAGA 1-2 (1-0)

 

A.C. ASOLA: Orlandini, Ferri (87’ Vairo), Metliu, Zanetti, Cristoni (84’ Bubeqi), Piccinelli, Negrisoli (53’ Bergamini, 78’ Colli)), Arcari (77’ Di Mango), El Abd, Ettofi, Ghisleri;

A disp.: Malinconico, Fiorini; 

Allenatore: Egidio Fara

 

A.C. GONZAGA: Gemelli, Garofalo (47’ Riga), Cugini (84’ Okwa), Ganda (61’ El Ailouki), Tarana, Ceraico, Barbieri Nicolò, Liperoti (28’ Barbieri Nicola), Paolozzi, Di Prima (61’ Zugravu), Savino;

A disp.: Andreoli, Sereni;

Allenatore: Michele Jacopetti

 

Marcatori: 35’ Arcari (rig.), 65’ El Ailouki, 72’ Riga;   

Ammoniti: Zanetti, Cristoni, Piccinelli, El Abd, Ganda

Espulsi: nessuno

Arbitro: Massimo Cappelletto di Mantova

ASOLA. Come complicarsi la vita. A dire il vero l’Asola le complicazioni le ha preparate durante l’inverno, ma da oggi si vedono gli effetti: riconosciamo ai biancorossi il merito di aver resistito quasi 70 minuti all’impeto del Gonzaga, chiudendo addirittura in vantaggio il primo tempo; poi la gara ha confermato il divario di punti in classifica tra le due squadre.

Il Gonzaga si è presentato fin dai primi minuti come un gruppo dall’alta potenzialità offensiva, ma nella prima mezz’ora anche l’Asola ha mostrato vitalità e nel corso del primo tempo i continui rovesciamenti di fronte hanno reso la partita molto spettacolare.

Al 35’ Arcari ha l’occasione di mandare in vantaggio la squadra e dal dischetto non sbaglia, ma il Gonzaga non accusa il colpo.

Dopo il riposo Cristoni rientra stoicamente in campo con una vistosa fasciatura alla mano sinistra, a causa di una sospetta frattura, rimediata in seguito a una caduta: da quel momento il cambio per lui sarà sempre pronto.

Venti minuti di affanno per la difesa asolana e al 65’ il Gonzaga pareggia i conti, più che meritatamente, ma con una rete fortunosa, con un calcio di punizione tirato da El Ailouki quasi dalla linea laterale del campo, che diventa un cross sbagliato, ma la parabola altissima inganna Orlandini e il pallone si insacca, spiovendo vicino all’incrocio.

Bastano pochi minuti per chiudere la partita: al 72’ è Riga a fissare il risultato sul 1 a 2 con un violento tiro in diagonale da sinistra verso il secondo palo.

I cambi operati da mister Jacopetti portano i frutti attesi, mentre quelli effettuati da mister Fara, non per scelta, ma per necessità, la indeboliscono.

Negli ultimi 10 minuti anche Cristoni si arrende e abbandona dolorante il terreno di gioco per passare direttamente al Pronto Soccorso per accertamenti.

Alla fine il risultato non rende l’idea, nonostante che le reti del Gonzaga siano state piuttosto fortunose, gli ospiti hanno meritato ampiamente i tre punti e una squadra con una tale forza d’urto non si è mai vista durante l’intero campionato.

 

Complimenti ai vincitori; per l’Asola ancora 180 minuti per salvare ciò che è stato costruito negli ultimi due anni. Saranno due finali!