EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 16ª GIORNATA

Asola Gonzaga

Asola Gonzaga

Asola, 11 gennaio 2020

  

A.C. ASOLA - A.C. GONZAGA  0-1 (0-1)

 

A.C. ASOLA : Paitoni, Bolzoni, Soldi (45’ Fiorini), Bagnoli, Negrisoli, Piccinelli (85’ Pedrazzani), Merlo S. (45’ Petrillo), Pietta, Moreni (74’ Cappelli) , El Abd, Shima; 

A disp.: Cavalieri, Merlo A., Zambello, Levorato, Vairo;

Allenatore: Cristian Vighi

 

A.C. GONZAGA : Beltrami, Colli, Cugini, Bousbaa, Malavasi (9’ Domi), Longo, Pedrazzini, Dinacci, Riga (66’ Adu Agyei), Ciurdia, Carnevali (81’ Zafar);

A disp.: Kacaca, Rolfi, Barbieri;

Allenatore: Filippo Spaggiari

 

Arbitro: Luca Lottici (MN) 

Marcatori: 41’ Bousbaa rig. 

Espulsi: nessuno

Ammoniti: Paitoni, Bagnoli, Negrisoli, Piccinelli, El Abd, Cugini, Longo, Dinacci, Riga, Ciurdia, Adu Agyei;

 

L’Asola inizia male il girone di ritorno; di solito in una partita c’è sempre qualcosa da salvare: una delle due squadre, la sportività, l’arbitraggio, il pubblico… questa volta, a cercarne proprio una, forse solo la grande volontà nel difendere il risultato da parte degli ospiti per tutto il secondo tempo.

La prima mezz’ora della gara ha offerto allo scarso pubblico uno spettacolo assolutamente insufficiente, con l’Asola che si limita a permettere al Gonzaga di mostrare una scarsa iniziativa.

Decisamente i biancorossi hanno lasciato la testa nello spogliatoio e a rompere il dipanarsi di un gioco frammentario c’è solo un rigore, che dalla panchina mai avremmo assegnato, ma lì non si ha certo una visione ottimale dell’azione; a noi è sembrato che l’attaccante andasse a incespicare in un incolpevole Paitoni in uscita. Comunque il rigore, tirato forte e centrale, vale il vantaggio esterno definitivo. 

Non è certo un motivo per recriminare i punti che ci aspettavamo e che non sono arrivati.

Nel secondo tempo non l’Asola, ma i suoi giocatori, singolarmente, sono entrati in campo con l’ossessione di rimediare un risultato negativo, e ce ne sarebbe stato tutto il tempo, con il risultato che la squadra non si è mai vista e che le tante iniziative personali sono state neutralizzate dal Gonzaga, che si difendeva con almeno 9 giocatori.

Per dovere di cronaca è da segnalare un’unica bella azione che termina con Shima che scodella in area per El Abd, ma la conclusione in acrobazia non è fortunata e il pallone sfiora solamente il secondo palo.

Se il Gonzaga si è presentato con soli 17 giocatori, la metà dei nostri punti e un giovanissimo allenatore all’esordio, qualche motivo ci sarà e il rammarico per il colpo in bianco è giustificato.

 

La juniores dell’Asola di quest’anno continua ad essere importante quanto a potenzialità, ma manca  di maturità, determinazione e gioco di squadra; siamo certi che tutto questo arriverà.

 

Previsioni Meteo

Canale ufficiale YouTube Asola Calcio