EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 11ª GIORNATA

JUNIORES 20192020

JUNIORES 20192020

Cremona, 16 novembre 2019

POL. D. TORRAZZO MALAGNINO - A.C. ASOLA 2-2 (0-1)

POL. D. TORRAZZO MALAGNINO: Bettoli, Pozzali, Zavoli, Concari (68’ Sicuro), Ruggeri (45’ Faraoneanu), N’Da, Polenghi, Carini, Yaba, La Malfa, Mraidi (80’ Mullahi); 

A disp: Gharsallah;

Allenatore: Gaetano Manzo

 

A.C. ASOLA: Renoldi, Bolzoni (88’ Soldi), Negrisoli, Bagnoli, Piccinelli, Romagnoli (70’ Fiorini), Levorato (67’ Petrillo), Pietta, Moreni, Moglia, Merlo (45’ El Abd);

A disp.: Paitoni, Rongoni, Zambello, Cappelli, Vairo;

Allenatore: Cristian Vighi

 

Arbitro: Stefano Leo (Brescia) 

Marcatori: 44’ Pietta, 65’ La Malfa, 72’ Yaba, 80’ (rig) El Abd;

Ammoniti: Zavoli, Polenghi, Carini, Pietta, Piccinelli, Romagnoli, Moglia;

Espulsi: nessuno

La giornata impone di cercare subito gli aspetti positivi, prima di riassumere la partita.

Per effetto degli altri risultati, l’Asola conserva il sesto posto in classifica, anche se condiviso ora con altre due squadre, e guadagna un punto sul gruppo delle pericolanti; a breve è possibile anche qualche piccolo miglioramento.

Ottimo il ritorno di Piccinelli, dopo mesi di astinenza dalle gare, ha ancora margini di miglioramento, ma il carattere è intatto.

Personalmente sono molto soddisfatto dell’Arbitro, Stefano Leo di Brescia, che ha dimostrato una non comune capacità di comunicazione prima e durante la partita, accettando anche le soluzioni proposte per inconvenienti di maglie e numeri.

Altro di positivo?

Solo qualche sporadica iniziativa individuale nell’arco dei 90 minuti.

Il calcio non è aritmetica e ogni serie di numeri che riguarda un campionato o una gara può essere tutt’al più un diligente esercizio, ma quando si incontra una squadra che ha 8 punti in meno in classifica, ci si aspetta di vincere.

Non è successo e anzi, l’Asola ha rischiato di uscire dal campo battuta.

La cronaca.

La prima mezz’ora passa senza lasciare segni, con più conclusioni dei padroni di casa, anche se piuttosto fiacche e imprecise, e per i biancorossi tanto disordine e poca convinzione.

Pietta prova a sbloccare il risultato al 35’, segnando di testa, ma in posizione di fuorigioco.

Al 40’ è il Torrazzo che si rende molto pericoloso, ma un colpo di testa da distanza ravvicinata sfiora solamente il palo.

Ancora Pietta al 44’, questa volta la rete è valida, è Moglia che lo serve dopo aver difeso un pallone.

Si pensa a una sveglia nell’intervallo e a una squadra che entri in campo all’altezza delle capacità dei giocatori, ma è ancora nebbia: al 60’ e al 62’ due colpi di testa, entrambi di poco sopra la traversa, sono i segnali di un Torrazzo volonteroso.

Il pareggio arriva al 65' con La Malfa, che scarta l’ultimo difensore e infila un incolpevole Renoldi.

Il Torrazzo trova fiducia e il suo giocatore più pericoloso, Yaba, sfodera un diagonale teso e preciso da sinistra verso il secondo palo, sul quale il portiere biancorosso non può intervenire.

I cambi dell’Asola non producono gli effetti sperati e qualche giocatore che potrebbe impensierire il Torrazzo rimane in panchina.

A dieci minuti dal termine ci pensa l’arbitro, che assegna un rigore all’Asola: El Abd trasforma di precisione.

Torrazzo pago, Asola che valuta il rischio di una sconfitta e non succede più nulla fino alla fine.

Previsioni Meteo

Canale ufficiale YouTube Asola Calcio