EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 1ª GIORNATA

Gonzaga

Gonzaga

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 1ª GIORNATA

Pegognaga, 7 settembre 2019

A.C. GONZAGA - A.C. ASOLA 3-1 (1-0)

A.C. GONZAGA: Beltrami, Pedrazzini, Cugini, Ciurdia, Malavasi (54’ Bousbaa), Longo, Dinacci, Barbieri (54’ Domi), Kacaca (66’ Zafar), Zugravu (82’ Carnevali), Riga (60’ Adu Agyei); 

A disp: Singh, Rolfi;

Allenatore: Roberto Baraldi

 

A.C. ASOLA: Paitoni, Negrisoli, Rongoni, Bagnoli, Soldi, Romagnoli, Pietta (45' Shima), Zambello (45' Levorato), Moreni 71' Vairo), El Abd (73' Pedrazzani), Merlo (45' Reali);

A disp.: Renoldi, Petrillo;

Allenatore: Cristian Vighi

 

Arbitro: Giuliano Fanigliulo (Mantova)

Marcatori: 20’, 46’, 50’ Riga, 47’ Moreni;

Ammoniti: Pedrazzini, Ciurdia, Zugravu, Riga, Bousbaa, Adu Agyei, Bagnoli, Romagnoli;

Espulsi: nessuno

Dove eravamo rimasti?

Ah, sì; abbiamo fallito il quarto posto in classifica per un soffio e avevamo iniziato proprio un anno fa, a Gonzaga, perdendo.

Possiamo sperare di ripetere l’ottima scorsa annata, ma la scaramanzia, i corsi e i ricorsi nel calcio non contano.

Ciò che conta è che il Gonzaga ha vinto meritatamente, che l’Asola con discontinuità, ma in modo limpido, ha espresso un buon gioco, che abbiamo subito due reti sugli sviluppi di calci piazzati e che abbiamo colpito tre pali e la traversa: niente di tutto questo fa punti in classifica, ma rimangono comunque una base sulla quale costruire e una bella e ampia rosa, oggi nemmeno al completo.

La cronaca: Paitoni è il primo dei portieri a mettersi in evidenza, sventando un tiro da distanza ravvicinata dopo pochi minuti dall’inizio della gara; El Abd risponde calciando da fuori area, ma anche il portiere del Gonzaga para.

Al 13' il primo rammarico, con Rongoni che coglie il palo destro.

Non tarda il vantaggio dei padroni di casa, che vanno a segno con Riga, che di testa devia un calcio di punizione ben dosato: 1 a 0 e poco dopo l’Asola rischia di subire una rete fotocopia.

Al 25’ tocca a Moreni colpire il palo, ben servito da El Abd.Gli ultimi minuti sono del Gonzaga, che prima con un attaccante  a tu per tu con il portiere biancorosso, spreca l’occasione e poi arriva a una triplice conclusione, in una pericolosa azione risolta da Paitoni.

Dopo il riposo l’Asola appare tonica e determinata, arriva il palo di Shima, ma il Gonzaga reagisce e Riga segna la sua seconda rete con un’azione personale: 2 a 0.

Un minuto dopo arriva la rete dell’Asola, con Moreni che in velocità salta un difensore e il portiere: 2 a 1.

L’attaccante asolano ha un buon momento e colpisce anche la traversa di testa un minuto più tardi.

Al 50’ ancora Riga mette ancora la sua firma sulla lista dei marcatori, quando viene lasciato tirare indisturbato un pallone proveniente dal calcio d’angolo: 3 a 1 e il risultato non cambierà più.

Anzi, non si giocherà nemmeno più, vista l’opera di interdizione ai limiti del regolamento portata avanti dal Gonzaga: i sei ammoniti tra i padroni di casa sono un dato eloquente, ma tutto fa parte del gioco.

Onore al Gonzaga e buon lavoro al tecnico biancorosso: la squadra è ancora da amalgamare, e si possono perdere le partite, ma non senza sfruttare la potenzialità dei giocatori.