EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

COPPA FAVERI 2018-2019 OTTAVI DI FINALE

JUNIORES modificata 2018 2019

JUNIORES modificata 2018 2019

COPPA FAVERI 2018-2019 OTTAVI DI FINALE

 Asola, 4 dicembre 2018

  

A.C. ASOLA – C.P.C. SAN LAZZARO 1-2 (1-2)

 

A.C. ASOLA: Accini, Magri, Negrisoli, Pini, Cristoni, Piccinelli, Konate, Bagnoli, Franzini, Arcari, Ghisleri; 

A disp.: Bandera, Fiorini, Pedrazzani, Pietta, Petrillo, Bergamini, Vairo, El Abd, Shima;

Allenatore: Egidio Fara

 

C.P.C. SAN LAZZARO: Ceraico, Montani, Alberini, Boni, Caberletti, Potecchi, Imasuen, Pagliara, Veronesi, Bellamine, Albertini; 

A disp: Tambara, Parise, Gasparini, Vaina, Toso, Chiodi, Sottili, Coaro;

Allenatore: Giuseppe Fido

 

Arbitro: Giovanni Sorrentino (Mantova)

Marcatori: 10’ e 20’ Veronesi, 12’ Arcari 

Ammoniti: Piccinelli, Negrisoli, Alberini, Boni, Potecchi;

Espulsi: Coaro, Negrisoli;

 

Partita a rischio rinvio per scarsa visibilità, la nebbia avvolgeva il campo fino a un paio d’ore prima dell’inizio, serata freddissima con 1° sopra lo zero.

Il compito non si presenta facile per l’Asola: arriva il San Lazzaro, attualmente seconda nel campionato regionale juniores, con le sue quote giovani dell’eccellenza, ma anche i biancorossi, eccezionalmente, possono presentare una lista di giocatori idonea per affrontare l’impegno, per quel che il periodo permette.

Non cambia il destino della squadra asolana di andare sempre sotto nella prima parte della gara: al 10’ una difesa non impeccabile si fa superare con un buon tiro sotto la traversa del centravanti del San Lazzaro Veronesi.

Passano solo due minuti e Arcari ripristina la parità: sfrutta un rimpallo in area avversaria, finta e supera il portiere di sinistro.

Al 20’ la difesa dell’Asola è ferma e Veronesi approfitta con un tiro non irresistibile, che attraversa in diagonale tutta l’area piccola e si infila in rete vicino al palo alla sinistra del portiere Accini.

1 a 2 e il risultato non cambierà nei successivi 70 minuti.

Questo non vuol dire che la gara non sia stata avvincente: la solita Asola formato secondo tempo fa la partita, vince nel possesso palla e nella supremazia territoriale, Pini coglie un palo con un potente raso terra e Arcari fa tremare la traversa a portiere battuto su punizione, ma di realizzare una rete, non se ne parla.

E’ evidente che un po’ per qualche infortunio, un po’ per le importanti esigenze della prima squadra, questa juniores è da tempo impastoiata, senza la possibilità di esprimersi al meglio, come aveva invece dimostrato durante la scorsa annata; la Coppa Faveri è ormai sfumata, rimane l’obiettivo principale del campionato.

Fino ad oggi nella seconda metà della classifica i piccoli passi a suon di pareggi (8 in 12 gare) hanno permesso ai biancorossi di non avere l’acqua alla gola, ma non può durare a lungo; presto non basterà più fare la nostra bella figura schierando in campo gli allievi, né raddrizzare parziali negativi nel secondo tempo e nemmeno giocare meglio degli avversari, ma sarà il tempo di cominciare a fare tre punti alla volta.

Faremo del nostro meglio, ci contiamo in tanti, ci dobbiamo tenere tutti.