EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 6ª GIORNATA

JUNIORES modificata 2018 2019

JUNIORES modificata 2018 2019

 

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B - 6ª GIORNATA

Borgosatollo, 13 ottobre 2018

A.C. BORGOSATOLLO – A.C. ASOLA 1-1 (0-1)

 

 

A.C. BORGOSATOLLO: Galetti, Soumare (91’ Garofalo), Agliardi (45’ Vostinar), Bonetti (66’ Lombardi), Mancini (69’ Adobati), Merighetti (45’ Bachis), Piccinelli A., Terzi, Mereghetti, Sala, Bavaro;

A disp.: Barbera, Chiaf, Losio, Statello;

Allenatore: Gianluca Montini

 

A.C. ASOLA: Accini, Negrisoli, Ghisleri, Cristoni, Gandinelli, Piccinelli V., Konate (74’ Romagnoli), Di Mango, Vairo, Rastelli (53’ Ravenoldi), El Abd (84’ Petrillo); 

A disp.: Bergamini, Pedrazzani, Fiorini, Rongoni, Pietta, Merlo;

Allenatore: Egidio Fara

Arbitro: Andrea Rizzardi (Brescia)

Marcatori: 10’ Vairo, 52’ Mancini 

Ammoniti: Piccinelli A., Mereghetti, Terzi, Gandinelli;

Espulsi: Bachis, Ravenoldi;

 

 

La differenza di punti in classifica fa sperare in un turno favorevole all’Asola, che si trova in vantaggio già dopo 10 minuti, ma prima della rete c’è qualche allarme: il Borgosatollo si fa pericoloso con due punizioni, ben bloccate da Accini: la squadra bresciana dimostra di valere più dell’unico punto conquistato nelle prime 5 giornate di campionato, la classifica è bugiarda.

Nonostante tutto l’Asola prevale nel primo tempo, macina gioco, ma spreca, fallendo l’ultimo passaggio o la conclusione: al 37’ una buona punizione di Vairo buca la barriera, ma il portiere non si fa sorprendere e para.

Si va al riposo.

E’ difficile credere che la squadra che rientra nella ripresa sia la stessa Asola del primo tempo: in velocità e determinazione i bresciani spiccano in campo e vengono premiati dal pareggio, al termine di un’azione insistita e confusa, con errori della difesa asolana.

Fino alla fine da segnalare una bella deviazione volante di Di Mango, che però supera di poco la traversa; per il resto Asola in affanno e poche isolate iniziative personali.

Nel recupero c’è lo spazio per il secondo cartellino giallo comminato dall’arbitro al 93’ ai protagonisti di una contesa vivace, anche se non violenta.

Né il punto guadagnato, né i due punti che sarebbero potuti essere alla portata dei biancorossi, cambiano la classifica, ma mister Fara dovrà escogitare il modo di raccogliere quanto è nelle possibilità della squadra per recuperare i passi falsi.

 

Sabato ospite ad Asola sarà il San Lazzaro: un derby che vanta tradizione e la vittoria significherebbe per i biancorossi l’aggancio.