EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Under 14 - torneo di Ostiano - CAST. OSTIANO-ASOLA 2-5

ostiano

Under 14 - torneo Giovanissimi - semifinale
Ostiano, 5 settembre 2018
CASTELLO OSTIANO - ASOLA 2-5 (0-4)

Reti: 26' Motta (rig), 28' Caravaggi, 32' Ghisini, 35' Motta, 43' e 55' C.Ostiano, 58' Caravaggi
ASOLA: Worenwu (36' Duretti), Grafitti (53’ Martini), Martini (36’ Calcina), Mattana, Sarzi Amadé (53’ Zaltieri), Calcina (18' Biba), Ghigi (18' Ghisini), Zaltieri (36’ Ghigi), Caravaggi, Gaboardi (60’ Sarzi Amadé), Motta
A disposizione: nessuno
All.: Andrea Ghisleri

OSTIANO - buonissima prova dei giovanissimi biancorossi al cospetto di una squadra formata quasi interamente da ragazzi di un anno in più. Dopo due prove in chiaroscuro, i ragazzi stanno via via assimilando gli schemi e gli insegnamenti del nuovo Mister e in questa occasione hanno dimostrato anche una determinazione ed una carica agonistica maggiore rispetto alle precedenti uscite.
Dopo una fase iniziale in cui i locali cercano di far valere la loro verve atletica dovuta alla maggiore età e creano un paio di situazioni interessanti in area avversaria senza però concludere pericolosamente verso la porta, sono i biancorossi a prendere in mano le redini dell'incontro ed a mantenerle praticamente fin quasi al termine. Al 10' sugli sviluppi di una punizione battuta da Motta, Martini appoggia indietro per Mattana il cui tiro finisce alto. Al 16' bella intuizione di Gaboardi che libera ancora Mattana sulla destra: fuori di poco. Al 20' corner di Motta e Martini si allunga di testa anticipando tutti ma la palla colpisce in pieno il palo. Al 22' Ostiano pericoloso ma Worenwu è reattivo e compie una doppia parata salvatutto. Al 26' primo sigillo ospite con Motta che fila via velocissimo sulla sinistra ed appena dentro l'area viene affrontato e steso di netto da un difensore: rigore ineccepibile che lo stesso Motta realizza con precisione indovinando l'angolo alto alla destra del portiere (0-1). Passano due minuti ed arriva il raddoppio al termine di una combinazione davvero esaltante: palla lunga che Caravaggi addomestica a centrocampo e tocca indietro per Zaltieri il quale apre di prima intenzione a sinistra per Motta; l'esterno fila via in velocità e rimette in mezzo ancora per l'accorrente Caravaggi, bravo a seguire l'azione e a concludere in rete (0-2). Tempo di vedere un legno colpito anche dai locali con un diagonale da sinistra e l'Asola sigla il terzo gol con Ghisini che sfrutta una sponda di Caravaggi e calcia bene dal limite trovando la leggera deviazione di un difensore ma anche la rete (0-3). Appena prima della fine del tempo i gol di vantaggio diventano addirittura quattro: Zaltieri calcia una punizione tagliando l'area e Motta si inserisce con tempismo anticipando il portiere in scivolata e infilando sotto la traversa (0-4).
Ad inizio ripresa i ritmi si abbassano e nella prima fase, sebbene i ragazzi di Ghisleri mantengano un continuo e pulito giropalla, l'Ostiano riesce a passare due volte per merito del suo elemento più dotato, che prima se ne va da solo a sinistra e batte Duretti in diagonale (1-4) e poi calcia dalla distanza uno spiovente un po' fortunoso che si insacca dove lo stesso portiere ospite non può arrivare (2-4). L'Asola però ristabilisce le distanze alla svelta e grazie ad un'altra splendida azione: Mattana semina tutti sulla corsia di destra e centra alla perfezione per Caravaggi, altrettanto bravo a stoppare e mettere dentro (2-5). I biancorossi sfiorano ancora la rete con una doppia conclusione di Motta e in occasione di una mischia gigantesca in seguito ad un corner (anche oggi almeno una dozzina quelli battuti dagli asolani) ma poi la stanchezza si fa sentire e nel finale i padroni di casa rischiano di accorciare ulteriormente ma prima sbagliano un penalty e poi si vedono negare la marcatura da uno splendido intervento in allungo di Duretti proprio allo scadere.
Ottima risposta dei nostri ragazzi, dunque, dopo le prime due gare in cui, pur non sfigurando e giocando sempre almeno alla pari con l'avversario, erano usciti sconfitti. La sensazione è che anche quest'anno il gruppo sia unito e affiatato e abbia dei valori ben precisi che il lavoro del Mister e del suo staff saranno sicuramente in grado di valorizzare e tramutare in soddisfazioni e risultati.