EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

GIOVANISSIMI A – Campionato Provinciale Mantova – Fase Primaverile SEMIFINALE

Asola S. Lazzaro giovanissimi

Asola S. Lazzaro giovanissimi

28 APRILE 2018

 

A.C. ASOLA A.S.D. – C.P.C. SAN LAZZARO: 7 – 6 (d.c.r.) finale 0 - 0

 

FORMAZIONI:

 

AC ASOLA A.S.D.:Cavalieri, El Zoghby, Conzadori, Prendi, Worenwu, Bodini, Rossetti, Levorato, Shima, Motta, Peri.

A disposizione: Macri, Fiammenghi, Okosun, Bonetti, Baruffaldi, Orefice.

Allenatore: Andrea Ghisleri

 

C.P.C. SAN LAZZARO: Nitti, Gilli, Bagnoli, Centonze, Caberletti, Pecorari, Ceruti, Filippini, Carpentieri, Chiodi, Gola.

A disposizione: Pirondini, Gorni, Bossi, Meneghelli, Fiasconaro, Bottarelli, Russo

Allenatore: Gianluca Corradi

 

Arbitro: Signorini di Mantova

 

Espulsi: Bagnoli (San Lazzaro)

Ammoniti: Shima (Asola)

 

 

Vincere è sempre arduo, ripetersi è difficilissimo: ebbene i Giovanissimi A (2003) dell'A.C. ASOLA sono riusciti a centrare la finalissima per l'assegnazione del titolo di Campione provinciale per il secondo anno consecutivo con un gruppo pressoché immutato rispetto allo scorso campionato.

Non è stato per niente facile, anzi. Il San Lazzaro ha disputato un’ottima gara, mettendo spesso alle corde i nostri ragazzi. Specialmente nella prima metà del secondo tempo solo alcune parate prodigiose di Cavalieri hanno evitato la capitolazione della squadra.

Ma i nostri ragazzi hanno carattere da vendere e non mollano mai. Hanno stretto i denti, non hanno mai rinunciato a combattere, anzi, quando ne hanno avuto la possibilità, con ripartenze veloci, hanno cercato di mettere in difficoltà gli avversari. Forse, oltre al gioco, dove gli avversari hanno obiettivamente avuto la meglio, la chiave di lettura del match può essere l'ottima preparazione atletica e la determinazione dei nostri ragazzi; la riprova si ha nelle numerose interruzioni di gioco per i crampi sofferti dagli avversari, oltre che l'espulsione per doppia ammonizione di un atleta del San Lazzaro, per falli di gioco commessi nel tentativo di arginare le folate dei nostri attaccanti.

E così arriviamo a fine gara in perfetta parità, senza reti. Si va ai rigori. Serie di calci dal dischetto interminabile.

Sull'errore decisivo del calciatore del San Lazzaro, esplode la gioia dei nostri ragazzi e del pubblico, che numeroso e caldissimo, ha incitato e sostenuto la squadra dal primo all'ultimo istante della gara.

E' F I N A L E !!!! per il secondo anno consecutivo!!! 

 

Ora qualche considerazione a margine.

Non è stata certamente la miglior partita disputata dai Giovanissimi, su questo non ci piove. Tuttavia alcune critiche, anche condivisibili, rivolte alla squadra, mi sono sembrate “antisportive”, nella misura in cui la valutazione non tiene conto della forza dell'avversario. Si può giocare non bene per propri demeriti ma anche, e questo mi sembra il caso della gara di oggi, perché gli avversari giocano bene e non ti consentono di fare quel che ti riesce meglio.

Onore agli sconfitti. Anche per la sportività dimostrata in campo. Poche volte è capitato di vedere un ragazzo  (il n. 5 del San Lazzaro, Caberletti), richiamare il Direttore di Gara per segnalargli l'errata decisione di assegnare una rimessa dal fondo a suo favore, in luogo del calcio d'angolo. Tanto di cappello.

E ora, sotto con la finale. Comunque vada... sarà un successo!!!!! FORZA ASOLA