EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Campionato Giovanissimi 2018-19 -04- RAPID JR-ASOLA 8-0

RPD ASL 23

RPD ASL 23

Campionato U15 / Giovanissimi Prov. 2018-19 – Girone A - 5. Giornata                    
San Martino all’Argine, 21 ottobre 2018   
RAPID JUNIOR-ASOLA 8-0 (4-0)  
Reti: 1’ Somenzi, 3’Aiosa, 20’ Rihai, 22’ Aiosa, 47’ Mazzocchi, 52’ Tajeddine rig., 62’ Busia, 64’ Mazzocchi.
RAPID JUNIOR: Romano (53’ Carra), Paroli (53’ Melegari), Tajeddine (53’ Rende), Mantovani (36’ Mazzocchi), Baiardi, Riviera (51’ El Attaoui), Somenzi, Rihai, Aiosa, Arcari (53’ Singh), Melegari (36’ Busia).        
A disp.: nessuno.    
All.: Mattia Agosta   
ASOLA: Bellomi (63’ Zoni), Timus (63’ Mitrofan), Rotariu (20’ Vescovi), Bergamaschi, Rizzotto, Penotti, Spotti (63’ Gagliardi), Marcolini, Frimpong (63’ Sulajmani), Tall (27’ Baruffaldi), Marchi (54’ Treccani).     
A disp.: Cioin.  
All.: Cristian Vighi     
Arbitro: Syed Hashim di Mantova  
Ammoniti: Treccani, Rizzotto (Asola).      
Recupero: 2’ pt, 3’ st.                

SAN MARTINO ALL’ARGINE – Debacle dei ragazzi biancorossi che subiscono una nuova disfatta contro una squadra decisamente superiore sul piano tecnico e fisico. Mister Vighi sceglie di modificare l’assetto tattic o rafforzandop il centrocampo e rinunciando al tridente. Schiera un 4-5-1 con l’unica punta Frimpong, veloce nei contropiede e mette sulle fasce due con inclinazioni difensive (Spotti e Marchi).

Sembra un ottima scelta contro una rivale molto quotata, per evitare la solita imbarcata, ma i piani vanno in fumo già dopo 32”. Pallone filtrante, Rotiariu si fa risucchaire a centrocampo, lasciando la fascia scoperta, pallone filtrante tra Bergamaschi e Marchi, l’ala dal fondo rimette in mezzo e Somenzi, lasciato solo sul dischetto, in girata batte Bellomi. (1-0) Passano due minuti e Rihai verticalizza per Aiosa, sul quale chiude in ritardo Rizzotto, e l’attaccante trafigge con un agevole diagonale l’incolpevole portiere biancorosso. (2-0) Al 12’ cross in area, Rizzotto salta a vuoto e alle sue spalle Aiosa in mezza rovesciata impegna Bellomi in una difficile parata. Al 12’ ancora Aiosa elude l’intervento di Bergamaschi e dal limite batte al volo con Bellomi che si supera ad evitare la rete. Passano pochi minuti ed un’altra doppietta affonda le residue speranze dell’Asola di stare in partita. Al 20’ Rihai va via sulla destra (Timus se l’è perso) salta Penotti si accentra e trafigge con un diagonale il portiere, stavolta un po’ in ritardo. (3-0) Passano due minuti e arriva la quaterna: lancio lungo in area, Bello mi si avventa sulla sfera ma gli sfugge e Aiosa segna a porta vuota. (4-0) Nel recupero la prima pregevole azione offensiva degli asolani: lancio dalle trequarti difensiva di Marchi per Baruffaldi che scata dal centrocampo e vola verso l’area inseguito da due difensori e dal limite calcia un diagonale che esce di poco sul fondo. Nella ripresa al 44’ Marcolini recupera la sfera in difesa, parte verso l’attacco e varcato il centrocampo verticalizza per il taglio di Frimpong che brucia Baiardi e calcia a rete sull’uscita del portiere, ma manda incredibilmente a lato. Un minuto dopo punizione sulla trequarti, batte Marcolini che scodella sottorete un pallone pregevole ma gli avanti biancorossi lasciano sfilare la sfera che si perde sul fondo. Al 47’ pallone filtrante che sorpenden la difesa e consente a Mazzocchi di battere a rete tutto solo trafiggendo nuovamente Bellomi. (5-0) Al 49’ punizione di Arcari che calcia a spiovere ma Bellomi si estende in tuffo e devia in angolo. Al 52’ punzone da centrocampo battuta da Tajeddine che scodella in area, un attaccante s’inserisce e cade a terra forse toccato da un difensore e l’arbitro decreta la massima punizione: batte Tajeddine che trasforma. (6-0) 62’ ancora un traversone in area con palla che va verso il corner inseguita da un attaccante e da Rizzotto, l’attaccante cade e l’arbitro decreta un nuovo rigore piuttosto dubbio: batte Busia che trasforma nuovamente. (7-0) 64’ Mazzocchi lanciato in sospetto fuorigioco arriva al limite dell’area e con un preciso diagonale batte Zoni, neoentrato (8-0).   
La partita si conclude così con un nuovo 8-0 che rispecchia i valori espressi in campo, differenza accentuata dalla scarsa combattività dei giocatori asolani, fatta eccezione per Marcolini che riesce sempre ad interpretare i match col dovuto impegno.