EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Esordienti 9>9 12anni 2017-18 - 03- ASOLA-OLIMPIA '05 2-3

Campionato Esordienti 9>9 12anni 2017-18 – girone A - 3. Giornata
Asola, 23 ottobre 2017
ASOLA-OLIMPIA '05 7-3 (2-2) (5-0) (0-1) - p.tecnico 2-3 (2-2 + s.o. 0-1)
Reti: 1.t: 5' Ghigi, 10' Caravaggi, 17' Olimpia, 20' Olimpia - 2.t: 3' Nodari, 4' Nodari, 9' Nodari, 13' Nodari, 20' Ghisini - 3.t: 10' Olimpia
ASOLA (1.t): Duretti; Cani, Lanfranchi, Bonometti; Zaltieri, Martini, Gaboardi; Ghigi, Caravaggi
A disposizione: Rech Daldosso, Sarzi Amadè, Ghisini, Nodari, Silm, Marrocco, Zine El Abidine
ASOLA (2.t): Rech Daldosso; Zaltieri, Cani, Sarzi Amadè; Silm, Ghisini, Zine El Abidine; Marrocco Nodari
A disposizione: Duretti, Bonometti, Martini, Lanfranchi, Ghigi, Caravaggi, Gaboardi
ASOLA (3.t): Duretti; Sarzi Amadè, Cani, Bonometti; Silm (Gaboardi), Ghisini, Zine El Abidine (Ghigi); Nodari, Caravaggi
A disposizione: Rech Daldosso, Martini, Lanfranchi, Zaltieri, Marrocco
All.: Diego Zanetti
OLIMPIA '05: Costagliola, Bresciani, Bacchetta, Mainenti, Biba, Grafitti, Archetti, Ibishi, Mattana, Lighezzolo, Ostini, Corradi, Pagani, Lharma, Caprini
All: Alessandro Zaltieri

ASOLA – e dopo tante vittorie, per gli esordienti asolani di Mister Zanetti arriva una sconfitta in campionato, anche se solo come punteggio tecnico, determinato peraltro dagli shoot-out. In ogni caso, nonostante i locali abbiano segnato decisamente più reti, i giallorossi dell'Olimpia hanno messo in campo una determinazione ed una voglia di fare risultato nettamente superiore meritandosi così la soddisfazione della vittoria "virtuale".
Nel primo tempo l'aggressività ed il pressing alto degli ospiti sembrano subito mettere un po' in difficoltà i biancorossi che però rimangono ordinati e raggiungono il doppio vantaggio grazie a due ottime azioni. Prima rete al 5': Martini per Caravaggi che trova il corridoio per lanciare Ghigi, freddo e preciso nel battere a rete. Qualche minuto dopo, Ghigi restituisce il favore al compagno servendolo di testa in area e Caravaggi supera il portiere con un bel pallonetto. A questo punto i piccoli corsari sembrano avere in pugno la partita e rischiano di segnare ancora ma l'Olimpia riapre i giochi a tre dalla fine con una ripartenza letale che vede l'attaccante superare Duretti e scaricare in porta di sinistro. L'Asola si fa prendere dal panico e all'ultimo minuto una frittata difensiva generale permette agli ospiti di sfruttare un'azione da sinistra a destra per pareggiare i conti.
Nella ripresa non c'è partita: i biancorossi dominano in lungo e in largo per  tutti e 20 i minuti andando a rete ben cinque volte: in apertura Nodari con due azioni in solitaria porta subito avanti i suoi; poco dopo ancora l'attaccante locale sfrutta un rimpallo con il portiere avversario e fa tripletta; quarta rete ancora di Nodari dopo essersi liberato a centro area. Proprio allo scadere bella azione corale finalizzata da Ghisini con un tiro di destro radente sul primo palo.
Nell'ultima frazione tutt'altra musica: i giallorossi dell'Olimpia tornano in campo con la bava alla bocca mentre gli asolani sono pressochè irriconoscibili. Sempre decisi e primi ad arrivare sul pallone, gli ospiti impediscono agli avversari di esprimersi e a metà tempo riescono ad andare anche in vantaggio, sebbene con un gol assai atipico e un po' fortunoso: tiro di destro dalla bandierina di destra senza alcun particolare effetto o traiettoria strana e palla che si infila in rete sul secondo palo senza che nè portiere nè difensori riescano ad intervenire. I biancorossi vanno completamente in tilt, saltano i ruoli e si comincia a giocare in maniera estemporanea con lanci lunghi alla disperata che non portano a nulla, mentre gli ospiti continuano a proporsi e, soprattutto nel finale, ad esprimersi con grinta e decisione a difesa del gollettino che permette loro di aggiudicarsi la terza frazione.
In campo il risultato tecnico sarebbe di parità ma la bilancia alla fine penderà verso gli ospiti grazie alla freddezza e all'abilità nel calciare gli shoot-out.
Prima mezza delusione in campionato per gli esordienti biancorossi, dunque, che deve però servire da lezione per tanti motivi. Il prossimo sabato ci sarà la sfida contro una delle squadre più forti incontrate negli ultimi due anni e solo tornando a giocare come sanno e con tanta, tanta grinta ed umiltà i nostri ragazzi riusciranno a togliersi l'ennesima soddisfazione.