EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Allievi 2017-18 -08- ASOLA-CANNETESE 3-0

Allievi 2017-18 – Girone A - 8. Giornata                         
Asola, 5 novembre 2017         
ASOLA-CANNETESE 3-0 (0-0)        
Reti: 47’ Fiorini, 50’ Di Mango, 58’ Maiorano.      
ASOLA: Bandera (78’ Aggogeri), Pedrazzani (66’ Soldi), Rongoni (74’ Di Sarno), Bagnoli (60’ Petrillo), Romagnoli, Fiorini, Moreni (77’ Pasca), Maiorano (71’ Pasini), Di Mango, Bergamini, Merlo (50’ Pietta). A disp.: nessuno.  
All.: Cristian Vighi
CANNETESE: Merigo, Casnici (55’ El Jadaoui), Zeka (71’ Pianalto), Freretti, Onyeukwu (55’ Bisku), Sozzi, Singh (59’ Markja), Aliotti (65’ Pedrini), D’Ippolito, Bini, Mariotti (69’ Dolcimascolo).     
A disp.: nessuno. 
All.: Raffaele Redini       
Arbitro: Angelo Marocchi di Mantova
Ammoniti: Bagnoli e Di Mango (Asola), Freretti e Mariotti (Cannetese).              

 

ASOLA – Partita giocata nel primo tempo nel vento e sotto il diluvio allo Schiantarelli di Asola: le squadre si affrontano a viso aperto ma sono come bloccate e il gioco latita anche per le avverse condizioni climatiche; nonostante ciò l’Asola crea alcune buone occasioni parate dal portiere; nella ripresa i padroni di casa entrano con un piglio più deciso ed in pochi minuti chiudono il match.

 

Cronaca:    
L’inizio del match è tutto favorevole ai biancorossi; all’8’ Merlo scende sulla destra e dal vertice sinistro calcia in porta con Merigo che va in presa plastica. Al 16’ Di Mango scatta in sospetto fuorigioco e calcia a rete da fuori area, il portiere respinge. Due minuti Bergamini crossa in area, dove Moreni salta il difensore, stoppa la sfera e calcia in girata, ma il portiere rossoblu salva di piede.     
Al 30’ corner per l’Asola e sul cross interviene un difensore che schiaccia verso la propria porta ma Merigo si supera e salva l’incredibile occasione.       
Al 31’ l’unica occasione rilevante per gli ospiti: punizione dalla tre quarti di Sozzi e palla a spiovere in area dove svetta Freretti (un 2003) che indirizza di testa in porta: Bandera para con sicurezza il tiro centrale.   
Al 35’ Bagnoli da fuori area tira teso verso la porta, Zeka sul dischetto del rigore salva in angolo deviando con un braccio aperto: sembra rigore netto, ma l’arbitro non concede la massima punizione. La notizia è che nessuno dei giocatori protesti, ma solo qualcuno chieda pacatamente chiarimento all’arbitro e dalle tribune non si elevino i soliti insulti o cori di scherno verso il direttore di gara. Molto bene.         
Nel secondo tempo i ragazzi dell’Asola, ripresi durante l’intervallo da mister Vighi perché sviluppino il più congeniale gioco a terra, partono di spron battuto ed in quattro minuti creano tre pericolose palle goal: al 1’ Di Mango s’incunea in area da sinistra e calcia a rete in diagonale, ma ancora Merigo si supera e devia in angolo; al 3’ Moreni lanciato da Bergamini solo in area tira sul portiere in uscita che ancora di piede salva; al 4’ su conseguente calcio d’angolo, Bagnoli incorna di testa ma la palla esce lambendo il palo opposto. E’ il preludio del goal. 
Al 47’ su punizione dalla tre quarti di Maiorano, la palla spiove in mezzo all’area e Fiorini è lesto ad intervenire girando in rete al volo di destro imparabilmente per il pur bravo Merigo. (1-0)
L’Asola si carica ulteriormente e due minuti dopo Di Mango dal limite calcia un bel pallonetto ma il portiere rossoblu non si fa sorprendere e devia in angolo.        
Passa un solo minuto (50’) e ancora Di Mango triangola con Pietta e si presenta in area dalla sinistra, tiro da posizione defilata tra palo e portiere che s’insacca in rete sorprendendo l’estremo difensore. (2-0)      
L’Asola gioca sul velluto ed al 58’ nuovamente su punizione dalla tre quarti Maiorano calcia in porta: la traiettoria a spiovere manda la sfera all’incrocio dei pali irraggiungibile per Merigo (3-0).    
I padroni di casa continuano a macinare bel gioco e neutralizzano le ripartenze degli ospiti: nel finale altre tre occasioni per l’Asola sfumano di poco: Pasini (76’) calcia dal limite ma centralmente e il portiere para, Pietta (77’) vede il suo tiro in mischia ribattuto da un difensore, Petrillo (79’) viene chiuso in angolo mentre sta per calciare. All’80’ Di Mango con un pregevole colpo di tacco libera Pasca solo in area, ma questi calcia debolmente sull’uscita del portiere che neutralizza.   
All’83’ l’arbitro, eccellente la sua prestazione, fischia la fine del match, che vede uscire entrambe le compagini tra gli applausi del pubblico.      
E anche questo fa notizia, che non succede di frequente.

L’Asola si mantiene così al terzo posto a due soli punti da La Cantera e continua a sperare di poter raggiungere la qualificazione ai Regionali primaverili.